Core decompression nella cura dell’artrosi del ginocchio

L’intervento di core decompression (o microperforazioni) è uno dei possibili trattamenti per la fase iniziale per la cura della necrosi ossea del ginocchio, una malattia che colpisce principalmente il condilo femorale mediale.

Si tratta di una patologia degenerativa in cui una parte di osso cessa di ricevere un’adeguata perfusione sanguigna (ischemia). Col tempo il tessuto osseo va in necrosi, fino a che la patologia non evolve irrimediabilmente verso l’artrosi del ginocchio.

Quando è indicato l’intervento e in cosa consiste?

Nelle fasi iniziali dell’osteonecrosi, è possibile ricorrere a un intervento di core decompression: il chirurgo pratica microperforazioni nell’osso in modo da estrarre l’area necrotica e migliorare la vascolarizzazione e la formazione di un nuovo osso.

Questa operazione non è in grado di garantire la guarigione, ma le probabilità sono tanto maggiori quanto più precoce è il trattamento.

Quando però il danno è troppo esteso e sono già riscontrabili i primi segni dell’artrosi del ginocchio, l’unica soluzione è l’impianto di una protesi.