Gonalgia o dolore al ginocchio

Può derivare da affaticamento, traumi o patologie. Può presentarsi in pazienti di tutte le età e spesso si risolve da solo, con semplici cure palliative e riposo.

Nei casi in cui diventa persistente, acuto e si accompagna a gonfiore o arrossamenti, può essere sintomo di una patologia o di una lesione seria ed è bene effettuare una visita da uno specialista del ginocchio.

Il ginocchio, un’articolazione molto complessa

Dobbiamo considerare innanzitutto che il ginocchio è sottoposto a costante usura, dato che regge il peso del corpo. A differenza dell’anca, è in grado di muoversi sul piano sagittale.

La stabilità del ginocchio è data da quattro legamenti molto robusti:

  • due collaterali, mediale e laterale;
  • due crociati, anteriore e posteriore.

Entrambe queste coppie di legamenti svolgono il ruolo di opposizione ai movimenti di rotazione della tibia rispetto al femore.
I due legamenti collaterali, inoltre, hanno il compito di rinforzare la capsula articolare, che contribuisce alla stabilità del ginocchio. Sono infatti posizionati laddove subisce le maggiori tensioni.

Il collegamento tra le varie superfici articolari del ginocchio è reso possibile da due strutture fibro-cartilaginee, i menischi, menisco mediale e menisco laterale o radiale, privi di vasi sanguigni. Perciò, mentre una lacerazione dei legamenti collaterali può cicatrizzare, quella del menisco non può farlo.

Infine, la stabilità di questa articolazione dipende anche dai muscoli che si inseriscono nel ginocchio. Il loro contributo è tale che, una muscolatura atletica può a volte compensare lesioni ai legamenti mantenendo stabile l’articolazione.

Quali sono i principali sintomi?

I sintomi possono essere numerosi e di diversa natura in base alla relativa causa (traumi, sforzi, affaticamento, patologie), ecco i più comuni:

  • rigidità e difficoltà (o totale impossibilità) ad estendere e flettere la gamba;
  • gonfiore;
  • arrossamento e lividi causati da versamenti e lacerazioni interne;
  • debolezza e difficoltà a sostenere il peso corporeo durante la deambulazione;
  • scricchiolii quando l’articolazione è in movimento;
  • deformità a causa di un grave trauma;
  • febbre.

Quali sono le principali cause?

Oltre ad affaticamento e sforzo, a cui spesso il riposo è il rimedio migliore, il dolore al ginocchio può essere causato da:

Traumi

  • Lesioni meniscali
    Le lesioni ai menischi sono molto frequenti, soprattutto quelle a carico del menisco mediale e caratterizzano soprattutto uomini in età adulta. Invece, le lesioni al menisco laterale insorgono di solito per una malformazione congenita (menisco discoide) o in associazione ad altre lesioni articolari come le lesioni del crociato anteriore.
  • Lesioni ai legamenti
    Sono meno frequenti delle lesioni meniscali e i più colpiti sono i legamenti collaterali mediali, mentre è meno frequente la lesione ai crociati.

Patologie del ginocchio

Quali esami identificano la problematica?

Si ricorre nella maggior parte dei casi ad un’indagine radiologica e/o RMN per definire quali sono le cause che hanno portato il paziente a soffrire di dolore al ginocchio.